La generazione perduta e il meeting di Rimini all’epoca della crisi.

In questi giorni di calura pesante, certificata dalle alte temperature in tutte le città italiane, l’unico posto dove il sole sembra non battere mai e non dare alla testa, è il meeting di Rimini, luogo dove, uno dopo l’altro, si sono alternati personaggi del calibro di Monti, del ministro dello Sviluppo Passera e poi della signora Elsa Fornero, ministro del lavoro e delle politiche sociali con delega alle Pari opportunità.

Giunto alla sua 33 edizione, il meeting, anche al tempo della crisi, non perde di smalto e di appeal e tutti si affrettano – famosi e meno – a fare un passaggio, anche rapido, ma che li certifica come esistenti. Una volta era la tv che certificava l’esistenza, ora è il meeting di Rimini che certifica se esisti politicamente (almeno nella parte della componente cattolica).

Dei resoconti degli interventi dei politici e dei tecnici più o meno neutrali, i giornali ne sono pieni ma abbiamo apprezzato, per l’ennesima volta, il tempismo con il quale Franco Bechis, vice direttore di Libero, ha rilanciato su twitter gli interventi della professoressa Elsa Fornero e di altri personaggi che sono passati al tavolo degli oratori, a cominciare dal segretario della CISL Bonanni.

In una sala piccola, rispetto a quella utilizzata per l’incontro con il presidente della Lombardia Formigoni, la professoressa di Torino ha espresso il “Fornero pensiero” ovvero di come lei, in qualità di ministro, intenda il lavoro e il welfare del post Governo Monti e altri provvedimenti utili alla creazione di lavoro giovanile e in modo particolare femminile. Dopo alcuni giorni di inattività a livello mediatico, il ministro piemontese è giunta al Meeting di CL di Rimini a braccetto del segretario della CISL e questo può spiegare molte cose delle dichiarazioni di Bonanni rilasciate nel recente passato e la forte perorazione della causa per un Monti bis.

Come riporta Bechis su twitter (@FrancoBechis), la professoressa prestata alla politica avrebbe chiesto aiuto ai sindacati per fare diminuire i salari degli over 50 perché sono meno produttivi dei giovani. Ohibò? Come si fa a chiedere di diminuire i redditi agli ultra cinquantenni? In quale modo? Il reddito inversamente proporzionale all’aumento dell’età. Da non credere che questa proposta venga fatta da un ministro della Repubblica e in più del Lavoro. Allora tutti i vertici dello Stato (politici e non) dovrebbero iniziare a preoccuparsi visto che sono ben oltre i cinquanta anni di età. In rete, di questa affermazione, nessuno ne parla. Tutti pronti a riportare le proposte “civetta” con argomenti flebili ma buoni per le masse. In merito alla riduzione degli emolumenti ai meno “produttivi”, ”Il ministro propone il modello tedesco, – afferma Bechis – però non si deve chiedere alle famiglie più risparmio tagliando il loro reddito, si risparmia, invece, quando i figli vanno via! Non solo, dopo i 50 anni le famiglie sono il vero welfare per i giovani senza lavoro. Idea pericolosa – conclude Bechis – tagliare reddito”.

Quella del reddito degli over 50, è stata una tra le molte affermazioni rilasciate dalla Fornero durante il suo intervento ed è stata quella di “maggior peso”, ma come scritto in precedenza, non ha avuto grande risalto mediatico.

Da osservatore esterno, il nostro Governo ha molto credito internazionale ma è pur vero che, la situazione economica mondiale è in forte difficoltà. La situazione economica italiana è sotto gli occhi di tutti. Gli indicatori economici sono negativi, l’unico positivo è l’aumento della disoccupazione. Gli USA cercano di aumentare per l’ennesima volta il loro debito per non fallire, operazione già fatta agli inizi dell’anno. L’India è in crisi perché non ha mercato interno e non esporta in altri mercati, Europa in testa, e a questo si aggiunga anche la crisi cinese. Perché cercare di risolvere il problema italiano senza voler comprendere che la situazione non può essere risolta solamente licenziando o mettendo in mobilità solo i dipendenti pubblici e senza una riduzione reale del debito pubblico? Il vero welfare dell’Italia, come ha affermato Bechis, sono i pensionati. La maggior parte della gente vive con circa 1200 euro mensili e non ci sono prospettive di poter aumentare il reddito, in modo particolare nel settore pubblico dove tutto è bloccato fino a fine 2014. Allora che cosa si deve fare? Pur non essendo un economista, come lo sono la maggior parte dei signori che stanno al Governo, premier in testa, dobbiamo smetterla di prenderci in giro utilizzando metodi che mettano paura alla gente in modo tale che si preoccupi e accetti senza discutere, quasi li invochi, i provvedimenti che si stanno dimostrando recessivi e che questo Governo, con il supporto della maggioranza “sui generis”, hanno fatto passare in Parlamento.

Il Governo, e chi lo sostiene (PDL, PD e UDC), abbia il coraggio di dire le cose come stanno, senza pensare alle prossime elezioni politiche, annunciando una fine della crisi che non c’è e che se anche ci fosse, è in la da venire.

Annunci

Informazioni su Bruno Angelo Porcellana

Mi piace viaggiare, scattare fotografie e sono molto curioso. Mi piace la multimedialità artistica in tutte le sue forme. Sono un appassionato fotografo, mi piace scrivere ma più di tutto sono interessato alle novità, mi piace scoprire e imparare. Mi piace andare al Cinema. Mi piace sentire la musica in generale, dall'Hard Rock alla sinfonica. I love take pictures, I love writing and I am very curiuous. I like to travel. I like the multi-media in all its forms, video and audio. I'm curious, I like to discover and learning. I like to go to the cinema, I like to hear the music from hard rock to symphonic.
Questa voce è stata pubblicata in Politica, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...