Berlusconi non correrà per la carica di Premier. Monti, se non sale al Colle, ha il bis assicurato.

Oggi ci sono state molte notizie che hanno agitato la vita politica italiana, e che si è conclusa con un 2 a 1 di Bersani su Berlusconi anche se la vittoria non può far gioire l’esponente democratico. La prima notizia che ha riguardato Bersani, è stata l’arresto dell’architetto Roberto Sarno con l’accusa di concussione nel caso che vede coinvolto il consigliere regionale lombardo PD Penati, poi la seconda notizia è stata l’avviso di interrogatorio per la segretaria storica di Bersani, Zoia Veronesi, accusata di truffa ai danni della Regione Emilia Romagna a seguito di un distacco a Roma di qualche anno fa. In entrambi i casi Bersani è stato sfiorato di striscio dalle polemiche anche se, in un periodo delicato come questo, ogni notizia che coinvolgere il segretario del PD è rischiosa e può innescare polemiche.

Sul fronte del PDL, la notizia bomba che nessuno si aspettava ma che alla fine è arrivata è quella che Silvio Berlusconi non si ricandiderà al ruolo di presidente del Consiglio nel 2013. Come hanno fatto notare molti commentatori che seguono la vita politica del paese è difficile pensare he dopo 18 anni il fondatore di Forza Italia e non solo, se ne stia fuori dal Parlamento anche a causa delle molte cause legali che alla veneranda età di 76 anni ancora interessano il leader del PDL; è quasi sicuro è che il prossimo 16 dicembre ci saranno le primarie del centrodestra con molti candidati (Alemanno, Santanché e in primis Alfano) e non è da escludersi, come avvenuto nel centrosinistra, che vengano fatte delle primarie di coalizione anche a seguito delle crisi che hanno coinvolto le regioni di Lazio e Lombardia. Vedremo gli sviluppi.

Queste notizie, seppur notevoli, non devono fare venire a meno l’attenzione sui lavori parlamentari che interessano la legge di stabilità adottata nei giorni scorsi dal Consiglio dei Ministri. Come in tutte le cose, prima o poi doveva accadere che i partiti che sostengono Monti, dopo molti mesi di mal di pancia e di provvedimenti approvati a maggioranza, facessero sentire la voce su un provvedimento che alla fine scontenta tutti e le elezioni si avvicinano. Dall’eliminazione o riduzione delle deduzioni/detrazioni già in vigore da quest’anno alla diminuzione di un punto dell’Irpef sulle aliquote più basse (in vigore dal 2013) e poi, quello che ha fatto mettere di traverso il PD (in minoranza in Parlamento) è stato l’aumento dell’orario di lavoro degli insegnanti di ben 6 ore alla settimana a parità di stipendio e con l’aumento di 15 giorni di vacanza. Il refrain del Governo è che si possono fare tutte le modifiche che si vogliono (fino a prova contraria) ma a saldi invariati, ovvero se togli da una parte devi trovare i danari da un’altra parte.

Nei giorni scorsi Bersani ha dichiarato che Monti è stato voluto da lui, mentre oggi, a seguito dei provvedimenti governativi adottati, ha dichiarato che sono stati presi in quanto già decisi dal precedente Governo (l’ultimo Berlusconi) ma è pur vero che nell’estate del 2011 furono votati in pochi giorni provvedimenti molto impegnativi per l’Italia con il voto favorevole anche del PD e della quasi interezza del Parlamento escluse alcune eccezioni (come la Lega Nord). Come si fa a dire che il Partito Democratico non c’entra nulla?

Le prime schermaglie tra Governo e partiti che lo sostengono (PDL, PD e UDC) si sono avute già oggi in quanto in Commissione finanze è stato approvato un emendamento, contro il parere del Governo, che ha introdotto un prelievo del 3% straordinario a favore degli esodati per chi guadagna più di 150 mila euro. Quasi negli stessi momenti, il presidente Napolitano, in visita ufficiale in Belgio, non perdeva occasione di esprimersi a favore di un Monti bis in considerazione della grande credibilità che gode il presidente del Consiglio in Europa e la probabile impossibilità di avere maggioranze forti e certe nel 2013.

Da Costituzione noi non siamo una Repubblica semipresidenziale (tipo alla francese, per capirci dove il Presidente della Repubblica nomina il Primo Ministro) ma i continui “endorsment” a sostegno di Monti, come avevamo già scritto tempo fa, in un momento come questo di debolezza del Parlamento si possono considerare di natura quasi da Repubblica semipresidenziale. Sicuramente non saranno le intenzioni di Napolitano ma per chi non conosce l’architettura costituzionale italiana lo può vedere in tal modo. Un presidente forte che sostiene un presidente del Consiglio sostenuto dai vari poteri forti e perché cambiarlo?

Infatti, se Monti non deciderà di salire al Colle e lasciare spazio ad altri a Palazzo Chigi, è molto facile che a Monti succederà a se stesso con buona pace di tutti i contendenti sia di sinistra che di destra e poi, non dimentichiamoci che nell’agone politico nazionale si sta per abbattere il tornado del M5S di Beppe Grillo che con il suo mordere ai politici di oggi ha la concreta possibilità di essere il “blockbuster” delle elezioni politiche del 2013. Le elezioni regionali siciliane sono alle porte e la Sicilia ci dirà quale potrebbe essere il valore dell’accoppiata Grillo&Casaleggio.

Annunci

Informazioni su Bruno Angelo Porcellana

Mi piace viaggiare, scattare fotografie e sono molto curioso. Mi piace la multimedialità artistica in tutte le sue forme. Sono un appassionato fotografo, mi piace scrivere ma più di tutto sono interessato alle novità, mi piace scoprire e imparare. Mi piace andare al Cinema. Mi piace sentire la musica in generale, dall'Hard Rock alla sinfonica. I love take pictures, I love writing and I am very curiuous. I like to travel. I like the multi-media in all its forms, video and audio. I'm curious, I like to discover and learning. I like to go to the cinema, I like to hear the music from hard rock to symphonic.
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...