Bersani – Renzi allo scontro finale. Il PD fa il pieno di elettori e i cittadini ritornano alla politica.

Più di 3 milioni di elettori sono andati a votare domenica 25 novembre alle primarie del centro-sinistra per indicare il candidato premier e il day-after, con il rischio tsunami per il Partito Democratico, non c’è stato. Le Cassandre che pronosticavano il big bang del Partito Democratico in caso di vittoria di Renzi sono state smentite in quanto Matteo Renzi non ha vinto ma ha raggiunto il risultato minimo, portare il suo maggior competitor (noi diciamo unico), Pierluigi Bersani, al ballottaggio. Chi doveva arrivare primo è arrivato primo e chi doveva arrivare secondo è arrivato secondo. Infatti il primo turno delle primarie del centro-sinistra è passato e le urne hanno decretato il successo di Pierluigi Bersani. Il segretario PD ha vinto ma non ha stravinto e così non avendo raggiunto la maggioranza degli elettori si dovrà confrontare al secondo turno con Matteo Renzi. I dati, quasi definitivi, parlano chiaro: Bersani 44,9%, Renzi 35,5%, Vendola al 15,6, Puppato 2,6% e Tabacci 1.4%. Nel prossimo turno diventerà importante il ruolo di Vendola e il suo tesoretto di voti del 15,6% pari a circa 450 mila voti. A chi fornirà il suo sostegno? Pur facendo il suo gioco di esponente del Sinistra Ecologia e Libertà, Vendola è per certi versi costretto a fare il suo “endorsment” a favore di Bersani in quanto prima delle Primarie lui, il segretario PD e Nencini hanno firmato la “carta d’intenti per l’Italia bene comune”. Il presidente della regione Puglia pur essendo distante dalle posizione del leader del PD (un esempio è il ruolo di Monti nel futuro governo) alla fine si schiererà al suo fianco anche se non è detto che il suo elettorato lo segua, anzi è molto probabile che i Vendoliani rimangano alla finestra a vedere che cosa succede.

Per contro Matteo Renzi con il suo Staff, è convinto di poter vincere la gara e il fatto di non avere perso al primo turno gli viene data un’altra “chance”. Vedremo come il sindaco di Firenze, supportato solo dal 2% dei segretari e dei parlamentari del PD, saprà e potrà recuperare sul segretario PD e diventare lui il candidato premier del centro-sinistra. La strada è in salita ma se riuscirà a fare breccia negli elettori del centro-sinistra la prossima domenica, avrà buone possibilità di vincere le elezioni del 2013 anche a dispetto della discesa in campo diretta o meno di Monti e dei suoi ministri. Allo stato attuale, i rischi, secondo noi, non arrivano dal PDL che a causa dei problemi interni di “leadership” rischia l’estinzione, ma da quelli che si rifanno al centro di Casini o dell’ultimo arrivato come Montezemolo. I giochi sono quasi fatti e si stanno organizzando le armate per puntare su Roma. Le associazioni cattoliche (ACLI in testa con il suo presidente Olivero) si sono schierate per favorire un Monti bis e il ministro Riccardi ne sta tessendo le fila cercando di allargare la base elettorale. Sul progetto di Riccardi non ci si deve dimenticare “l’altolà” di Napolitano ai supporter di Monti e il ruolo istituzionale del Senatore a vita. Le beghe di Palazzo non interessano più di tanto alla gente la quale è preoccupata dei problemi veri come la riduzione dei salari e del potere di acquisto, la crisi economica che morde e che fa perdere i posti di lavoro e rischia di far trascorrere le prossime festività natalizie ancora più sottotono rispetto al 2011. Alfano, Bersani, Renzi o Monti. Chiunque andrà a Palazzo Chigi la gente si aspetta risposte concrete e non prese in giro come sta avvenendo ora.

Annunci

Informazioni su Bruno Angelo Porcellana

Mi piace viaggiare, scattare fotografie e sono molto curioso. Mi piace la multimedialità artistica in tutte le sue forme. Sono un appassionato fotografo, mi piace scrivere ma più di tutto sono interessato alle novità, mi piace scoprire e imparare. Mi piace andare al Cinema. Mi piace sentire la musica in generale, dall'Hard Rock alla sinfonica. I love take pictures, I love writing and I am very curiuous. I like to travel. I like the multi-media in all its forms, video and audio. I'm curious, I like to discover and learning. I like to go to the cinema, I like to hear the music from hard rock to symphonic.
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...