Monti, Berlusconi o Bersani. Il teatrino della politica non va mai in vacanza, anzi raddoppia!

Le elezioni politiche sono alla porta e vedere la televisione e sentire la radio e viceversa in questi giorni di pre-campagna elettorale è un delirio. Palinsesti modificati per fare spazio ai futuri parlamentari e, parafrasando una nota pubblicità, questo non ha prezzo in special modo per chi lo subisce come gli spettatori. Non c’è trasmissione che non abbia tra gli ospiti un politico e in modo particolare un politico di primo piano che presenti il proprio programma o che cerchi di smontare gli attacchi delle altri parti politiche. In modo particolare Berlusconi e Monti sono le persone che in assoluto hanno avuto la maggior presenza sui media in questi ultimi giorni. Se per certi versi era prevedibile per Berlusconi e la sua ennesima discesa in campo, meno per il prof. Senatore Monti ma anche per lui l’essere il capo di un raggruppamento ha modificato le sue abitudini di uomo molto morigerato e la lingua si è sciolta e così ha iniziato a frequentare anche lui i salotti televisivi e radiofonici.

A livello mediatico (TV e Radio) manca solo il PD, ma la sovraesposizione del partito di Bersani lo si è avuto precedentemente con le primarie del centrosinistra e le primarie per i parlamentari. A differenza degli altri partiti, il PD ha lanciato una campagna tradizionale fatta di manifesti e cartelloni pubblicitari. Certo è che il segretario PD non si sarebbe aspettato la “salita” in campo di Monti. In tutte le maniere, anche con il supporto degli esponenti PD più vicini alla componente cattolica, Enrico Letta in testa, si sono sbilanciati ad affermare che dopo le elezioni si dovrà trovare un’intesa con il movimento di Monti. Complimenti per la scelta di tempo!

L’attività del PD di reclutamento è quella di inserire nel listino del segretario esponenti della società civile anche di area cattolica in modo tale da essere ben visto o almeno non ostacolato da oltretevere dopo le elezioni e permettere la salita a Palazzo Chigi di un ex comunista dopo D’Alema nel 1998. Bersani è in pressing sul premier e ha chiesto a Monti di sapere con chi sta ma nessuna risposta ha avuto ma è emerso che a seguito di una domanda di Beppe Severgnini durante una trasmissione a RMC la quale non ha avuto risposta, il PD abbia proposto a Monti il Quirinale e avendo conosciuto la persona e le ambizioni in questi mesi, stare 7 anni al Colle in qualità di n. 1, sicuramente non gli dispiacerebbe.

In questi ultimi tempi è quasi sparito dalla TV il movimento di Beppe Grillo anche se la decisione dei consiglieri regionali siciliani di restituire il 70% degli emolumenti è stato un grande spot per chi combatte la politica e i relativi privilegi degli stessi. Antonio Ingroia si è alleato con Antonio Di Pietro e gli arancioni del sindaco De Magistris. Se eletto, l’ex Procuratore Aggiunto di Palermo ha molte frecce per il suo arco anche perché, secondo noi, combattere la l’illegalità direttamente dal Parlamento e da uomo politico sarebbe molto meglio che da magistrato in Sicilia ma riuscire ad entrare in Parlamento, con la legge attuale, è molto difficile e così urge alleanza con il M5S che al momento è molto difficile da trovare.

In questo panorama politico non ha avuto molto eco, anche se le polemiche ci sono state, dell’accordo elettorale stipulato tra PDL e Lega dopo quello che è successo nel recente passato a Roma e a Milano (contrapposizione a livello nazionale sull’appoggio a Monti e caduta del Governatore Formigoni) e che molti militanti leghisti hanno contestato, anche duramente. Dallo stato maggiore della Lega di via Bellerio, Maroni (candidato governatore in Lombardia) in testa, considera l’accordo con il PDL strategico per la vittoria finale in Lombardia e non solo, visto e considerato che la regione pedemontana è molto importante anche ai fini degli equilibri nel Parlamento nazionale e in modo particolare in Senato.

Queste sono ore per la chiusura delle liste per le candidature e si fanno le notti. Se non c’era da stupirsi per i partiti/movimenti che non hanno fatto nulla per scegliere i candidati e hanno inserito in nominativi nelle liste, molte sono le polemiche in casa PD. La maggior parte dei “nominati” sono fedelissimi del segretario Bersani e altri provengono dalla società civile e non solo. Tra i nominati e futuri parlamentari spiccano i nomi di due giornalisti, come quello di Corradino Mineo, giornalista RAI e Massimo Mucchetti del Corriere della Sera. In passato l’attuale PD ha avuto giornalisti eletti tra le proprie fila, come la Gruber, Santoro e molti altri. Grossi problemi li ha avuti con il PSI di Nencini e i Renziani. Pochi eletti di quest’ultimi alle primarie di fine anno e meno ancora quelli indicati per un posto sicuro per il Parlamento nel borsino del segretario. La politica cambia, si aggiorna, o almeno cerca di farlo sulla carta ma i metodi di scelta rimangono sempre i soliti con buona pace dei riformatori e di quelli che hanno visto nelle primarie del PD un ritorno della gente alla politica.

Annunci

Informazioni su Bruno Angelo Porcellana

Mi piace viaggiare, scattare fotografie e sono molto curioso. Mi piace la multimedialità artistica in tutte le sue forme. Sono un appassionato fotografo, mi piace scrivere ma più di tutto sono interessato alle novità, mi piace scoprire e imparare. Mi piace andare al Cinema. Mi piace sentire la musica in generale, dall'Hard Rock alla sinfonica. I love take pictures, I love writing and I am very curiuous. I like to travel. I like the multi-media in all its forms, video and audio. I'm curious, I like to discover and learning. I like to go to the cinema, I like to hear the music from hard rock to symphonic.
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...